Top Menu

La scorsa settimana ho incontrato due signore di 48 e 35 anni che hanno perso rispettivamente 26 e 22 kg con delle diete “originali”. La prima ha seguito un programma commerciale in cui si consigliava di mangiare un solo tipo di cibo per pasto, mentre la seconda ha deciso di mangiare meno e di saltare la cena.

La buona notizia che possiamo trarre da queste due esperienze è che tutte le diete funzionano. Specie quelle più strane e meno ortodosse, poiché attribuiamo loro un potere magico e siamo disposti a seguirle in maniera scrupolosa.

La cattiva notizia è che anche dopo aver perso oltre un 20 % del peso queste signore non hanno capito nulla di cosa “faccia ingrassare o dimagrire”.

Studi evidenziano che quando una persona di 100 kg perde il 20 % del suo peso, per poter mantenere nel tempo gli 80 kg raggiunti, deve introdurre dalle 300 alle 500 kcal al giorno in meno rispetto a quando pesava un quintale. Questo implica un cambiamento importante delle abitudini alimentari e spiega il perché sia facile recuperare il peso perduto.

Si calcola invece, che per la prevenzione dell’Obesità-Sovrappeso in un adulto sia sufficiente avere un deficit calorico di sole 100 kcal al giorno rispetto a quanto normalmente mangiamo. E’ pochissimo! Circa un 5% in meno di quello che una donna consuma. Per un maschio meno del 4%.

Cosa significano 100 kcal? Bere un bicchiere di vino in meno (al giorno), introdurre un cucchiaio di olio in meno, o fare una passeggiata di 30 minuti in più. Un obiettivo ragionevole che noi tutti potremmo raggiungere quotidianamente. Con il risultato di avere un fardello di 10 -20 -30 kg in meno da portarci dietro nel corso della vita. Con il vantaggio di poter evitare il Diabete mellito di tipo 2 che oramai dilaga nella nostra società. Il diabete mellito è una malattia che si accompagna a tutta una serie di complicanze come le malattie del cuore e Ictus, l’insufficienza renale, la cecità, l’amputazione degli arti inferiori.

Ma allora quali possono essere un paio di messaggi corretti che le due signore non hanno imparato dalle loro esperienze dietetiche?

  • Anzitutto che le diete che hanno permesso loro di perdere peso non sono sostenibili nel lungo termine, poiché si discostano troppo rispetto ad un normale e fisiologico modo di alimentarsi. Quindi tutte le diete più strane ed originali sono destinate all’insuccesso.

I carboidrati (pane, pasta, zuccheri)sono stati ridotti drasticamente da parte delle due signore. Questo è il modo più semplice per perdere peso rapidamente. Quindi il falso messaggio che tutti o quasi hanno è che i carboidrati sono una causa importante di obesità.

  • In realtà un messaggio cruciale che le due signore non hanno capito è che gli zuccheri semplici (zucchero bianco, sciroppo di glucosio, fruttosio … ci sono oltre 60 nomi di zuccheri semplici che possono essere usati nelle etichette dei vari alimenti) sono una delle cause più importanti del loro grasso corporeo. Ma quello che è sfuggito è che l’amido specie in alimenti integrali (legumi, pasta) è invece un alleato per controllare la fame. Più pasta o legumi significa meno grassi e zuccheri semplici, e … meno carne.

Per approfondimenti:

Image Credits: tipstimes.com/diet Flickr

About The Author

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Close